venerdì 17 febbraio 2017

Al Palazzo Ducale di Genova, Franca Rigotti riflette sul mito di Didone, tra amore e politica

Palazzo-Ducale-Genova-Franca-Rigotti
Francesca Rigotti
GENOVA - Tra amore e politica. Lectio di F. Rigotti, chair: N. Vassallo. Al Palazzo Ducale - Fondazione per la Cultura - Genova, Un mito amoroso/politico: Didone. Il 22 febbraio 2017, alle ore 17,45, Sala del Maggior Consiglio, Lectio magistralis di Francesca Rigotti, chair Nicla Vassallo, Per il fortunato ciclo “Miti senza tempo”, a cura di Eva Cantarella e Nicla Vassallo, Franca Rigotti riflette sul mito di Didone, tra amore e politica.

La storia di Didone, fondatrice e regina delle città di Cartagine, amante infelice di Enea, suicida con la spada sul rogo nota a noi soprattutto dalle pagine dell’Eneide di Virgilio, è stata narrata e rinarrata per più di duemila anni. Due sono nei miti e nelle leggende le immagini di Didone: da una parte la principessa fenicia astuta e coraggiosa, giusta e sollecita sovrana del suo popolo, che si suicida per la vergogna di aver trascurato il governo della città; dall’altra, la donna innamorata, travolta dalla passione per l’amato, che si uccide per disperazione quando Enea la abbandona. Eppure fu soltanto questa seconda figura, di donna debole e preda incontrollata delle passioni, a essere tramandata nei secoli. Venne invece offuscata quella della regina intraprendente e coraggiosa, garante della prosperità del suo regno, e della donna politica che è anche, caso unico ed eccezionale nei miti politici, fondatrice della città. Che sarà invece l’immagine che esalteremo.

Filosofa, saggista e docente universitaria, Francesca Rigotti, nata a Milano nel 1951, ha insegnato a Göttingen e Zurigo e attualmente insegna all'Università della Svizzera italiana a Lugano. La sua ricerca è caratterizzata dalla decifrazione e dall’interpretazione delle procedure metaforiche e simboliche sedimentate nel pensiero filosofico, nel ragionamento politico, nella pratica culturale e nell’esperienza quotidiana. Collabora con vari media italiani e svizzeri. Nel 2016 è stata insignita del premio “Standout Woman Award International”.

I suoi libri sono tradotti in tredici lingue. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Una donna per amico (con Anna Longo), 2016; Onestà, 2014, Nuova filosofia delle piccole cose (Roma 2004) Senza figli (con Duccio Demetrio), 2012; Partorire con il corpo e con la mente. Creatività, filosofia, maternità (Torino 2010), Gola. La passione dell’ingordigia (Bologna 2008); Il pensiero delle cose (Milano 2007); Il pensiero pendolare (Bologna 2006).

Nicla Vassallo si è specializzata al King’s College London, è ordinario di Filosofia Teoretica all’Università di Genova e associato dell’ISEM–CNR. Tra i suoi interessi scientifici: epistemologia, filosofia della conoscenza, metafisica, gender studies. Autrice, coautrice, curatrice di ben oltre centocinquanta pubblicazioni, della sua produzione scientifica, in italiano e in inglese, ricordiamo i volumi più recenti: Filosofia delle donne (Laterza 2007), Teoria della conoscenza (Laterza 2008), Knowledge, Language, and Interpretation (Ontos Verlag 2008), Donna m’apparve (Codice Edizioni 2009), Piccolo trattato di epistemologia (Codice Edizioni 2010), Terza cultura (il Saggiatore 2011), Per sentito dire (Feltrinelli 2011), Conversazioni (Mimesis 2012), Reason and Rationality (Ontos Verlag 2012), Frege on Thinking and Its Epistemic Significance (Lexington–Rowman & Littlefield 2015), Il matrimonio omosessuale è contro natura: Falso! (Laterza 2015), Breve viaggio tra scienza e tecnologia con etica e donne (Orthotes 2015), Meta-Philosophical Reflection on Feminist Philosophies of Science (Springer, New York 2016). Sta al presente lavorando sul problema dell’ignoranza conoscitiva, sulle sue cause, i suoi modi per porvi rimedio. Ha vinto il premio di filosofia “Viaggio a Siracusa” nel 2011. Ha pubblicato due raccolte di poesie, Orlando in ordine sparso (Mimesis 2013) e Metafisiche insofferenti per donzelle insolenti (Mimesis 2017).

Nessun commento :

Posta un commento